ClickCease
Resi sempre gratuiti
Garanzia 24 mesi
Pagamenti sicuri
Spedizioni rapide in 24/48h
Resi sempre gratuiti
Garanzia 24 mesi
Pagamenti sicuri
Spedizioni rapide in 24/48h

Smaltimento Cartucce e Toner procedura corretta

Home » L'esperto risponde » Smaltimento Cartucce e Toner procedura corretta
Smaltimento Cartucce e Toner procedura corretta

Informativa raccolta cartucce e toner esausti (decreto Ronchi 22/97)

La nuova normativa sullo smaltimento/recupero degli accessori dell’informatica (cartucce toner per stampanti laser, contenitori toner per fotocopiatrici, cartucce per stampanti, fax e calcolatrici inkjet, cartucce nastro per stampanti ad aghi), contenuta nel cosiddetto “Decreto Ronchi” (Dgls 22/97), considera questi prodotti come rifiuti speciali non assimilati agli urbani, da smaltire con procedure apposite.

Il decreto prevede una dettagliata e rigida elencazione dei rifiuti da smaltire e delle procedure da seguire. A tal fine, è previsto l’obbligo di compilare i formulari per ogni singola categoria di rifiuto prodotto; in più, il D.M. 5 aprile 2006 (in vigore dal 3 giugno 2006) prevede che tutti coloro che hanno partita iva e sono possessori anche di una sola stampante hanno l’obbligo di avere il registro di carico e scarico dei rifiuti speciali all’interno dell’azienda, e per tutti i trasgressori sono previste ingenti pene pecuniarie.

Consiglio: da evitare l’invio di cartucce o toner esausti presso rigeneratori o rivenditori online, tale procedura è illegale.

Ai responsabili delle aziende nostre clienti

Tali disposizioni, lo ricordiamo, obbligano il conferimento ad Operatori Iscritti all’Albo Gestori Rifiuti, con rilascio di FIR (Formulario Identificativo Rifiuti) almeno una volta all’anno.

Tuttavia in alcuni casi, rivenditori di toner, tecnici di fotocopiatrici o rigeneratori di cartucce, sottovalutando il problema ed agiscono non correttamente gestendo, questi materiali (che per la legge sono rifiuti speciali) in completa assenza di autorizzazione.

I controlli delle autorità competenti diverranno sempre più rigorosi anche per l’avvenuta istituzione del metodo SISTRI (WWW.SISTRI.IT) per la tracciabilità informatizzata dei rifiuti speciali. Con la presente circolare vogliamo informare e sensibilizzare i responsabili delle aziende nostre clienti che il rischio per non aver assolto al corretto smaltimento di cartucce e toner esausti, in quanto male informati da voci di corridoio o per l’incuria dei propri dipendenti addetti al settore, è molto alto e qui di seguito ne riportiamo le sanzioni:

  • Sanzione pecuniaria da euro 2.500,00 a euro 25.000,00 o, in alcuni casi, l’arresto da tre mesi ad un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu